Vi presento Iris

Mi sembrava necessario dedicare il giusto spazio ad una bracchetta che in questi anni ci ha accompagnati silenziosamente.

Non potevo inserirla ne “I Nostri Cani”, perché lei ormai non c’è più, per la stessa ragione non potevo inserirla nemmeno nei “Campioni”.

Allora, ci ho messo un po’, ho pensato che le dedico un intero post sul nostro Blog.

 

Ve la presento: si chiamava Iris, o meglio, per noi era Iris.

È nata l’11 Settembre 2009 presso l’Allevamento di Casamassima, si chiamava Ametista, poco dopo è diventata la nostra cagnolina.

Iris è sempre stata una cagnina docile, ubbidiente e legata alla sua famiglia. Caratterialmente però era un po’ timida e timorosa: uno di quei cani che preferiscono starsene per i fatti loro, non amano essere “assaliti” dalla gente, ma che vengono spontaneamente a chiedere una carezza, senza mai esagerare.

 

Aveva però una grande dote: la Maternità.

La sua prima cucciolata è nata nel Dicembre del 2011: tre cucciole in perfetta forma!

Ha sempre provveduto a tutto lei, da sola. A parte i controlli di routine, l’intervento umano non è stato mai necessario. Sempre pulite, sempre a pancia piena, sempre in ottime condizioni di salute.

Iris era anche una brava educatrice: si occupava lei dell’educazione e della crescita dei suoi cuccioli. Come si gioca tra fratelli, senza morsi dolorosi, senza graffi…la gerarchia davanti al cibo.

Iris era Mamma (o Zia, o Nonna) anche quando i cuccioli non erano i suoi, mai aggressiva, sempre dolce e premurosa.

 

Iris ci ha lasciati in una triste giornata invernale, nonostante i diversi tentativi di salvarla, ma, come sempre, la Natura fa il suo corso.

 

Tutto questo per raccontarvi del perché noi abbiamo deciso di ricordarla e, in qualche modo ringraziarla, per i grandi regali che lei ci ha fatto (che le somigliano anche), attraverso il titolo di “Campione Riproduttore” riconosciutole dall’E.N.C.I. il 3 Aprile 2017.

 

 

Ma come si diventa Campione Riproduttore?

E che cosa vuol dire?

 

Rispondiamo ad una domanda alla volta.

 

Può diventare Campione Riproduttore un cane che sia stato accoppiato con due soggetti diversi, che abbia prodotto:
– 3 soggetti Campioni Italiani di Bellezza, oppure
– 2 soggetti Campioni Italiani di Lavoro, oppure
– 6 soggetti diversi qualificati “eccellente” in esposizione o raduno, oppure
– 3 soggetti diversi qualificati “eccellente” in prove, oppure
– 4 soggetti diversi di cui 2 qualificati “eccellente” in esposizione o raduno e 2 qualificati “eccellente” in prove.

 

Questo titolo sta ad indicare la qualità dell’esemplare come stallone o fattrice, in base ai risultati che hanno conseguito i suoi figli, ed a certificare la validità degli accoppiamenti decisi dall’allevatore e quindi la sua capacità concreta di selezionare e valorizzare il patrimonio genetico della razza che alleva.

Si tratta di un grosso traguardo per l’allevatore di qualità, a conferma della capacità di una fattrice di trasmettere le sue doti alle generazioni successive.

Nel caso di Iris, i meriti sulle doti e sul patrimonio genetico sono ovviamente da attribuire al lavoro svolto da Antonio Lucio Casamassima e da Catia Santopadre, in quanto suoi allevatori.

Tuttavia, la sua proclamazione è stata possibile grazie alle due Campionesse di Lavoro, Luna e Sara, allevate in Casa de Mauro.

 

È vero, Iris è andata via, ma, come mi ha detto un’amica, noi allevatori siamo fortunati, perché li vedremo vivere per sempre nei loro figli e nipoti.

In fondo, è così che va la vita.

 

Buon Viaggio, Iris.

Una risposta a “Vi presento Iris”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *